L’arte di saper unire ben sapendo delle tante forze che dividono. Unire le parti di sé, unire le relazioni sé-altro, unire le differenti funzioni presenti in un contesto o situazione. Due le capacità: a) leggere le situazioni in forma più sistemica; b) generare azioni e fatti che possano aumentare integrazione, mediazione tra le parti, in modo corale, convergente e di insieme. È un metodo studiato per generare una speciale capacità di unificazione e convergenza nei gruppi, nelle organizzazioni, nel sociale, nei tavoli multiattore, nelle reti multiprofessionali.

L’intelligenza di unire, Mimesis, 2017 (scheda del libro)