È un concetto che riprendo dal rugby, dove è tradizione che i giocatori delle due squadre si incontrino nel dopo-gara per socializzare. Dopo la durezza del campo ecco seguire un momento di incontro e socializzazione. Così anche per il conflitto, il Terzo tempo sta a rappresentare il ritorno alla relazione, la ripresa dello scambio interpersonale dopo il blocco che ha chiuso le comunicazioni. Nel terzo tempo si può riparare, chiarire, scusarsi, correggere, ammettere un flop, apprezzare.

L’intelligenza di unire, Mimesis, 2017 (scheda del libro)