Quando siamo in aula per una formazione, quando siamo al tavolo per un progetto, quando stiamo coordinando una riunione, pratichiamo il We-circolare! Un metodo che ho concepito e collaudato in 20 anni di sperimentazioni e approfondimenti, in cui il gruppo riesce a:

1) far parlare i più, tramite il metodo della parola che gira, il cambio di turno, quale nuova unità di misura dell’interazione.

2) connettere cervello, mente e corpo, alternando e abbinando la parola col corpo, tramite emblemi gestuali semplici ed evocativi, da agire insieme per un senso nuovo;

3) ricercare nuove soluzioni, nuovi piani di azione, nuove prove di miglioramento di sé e degli ambienti per uscire dalle routine e andare verso il cambiamento e il coinvolgimento.

Ecologia della comunicazione, Xenia, 2010 (scheda del libro)
La riunione che serve, Angeli, 2008 (scheda del libro)
L’intelligenza di unire, Mimesis, 2017 (scheda del libro)