Management

In questa piega di epoca le aziende cercano margini di fattibilità migliorativa al pari del contenimento dei costi di gestione. Questi due aspetti passano inevitabilmente dal capitale umano a loro disposizione. C’è un grande fermento infatti sul versante dei modelli per la gestione di persone e gruppi. Per le organizzazioni che hanno compreso l’importanza del coinvolgimento, dell’apprendimento costante e della partecipazione attiva delle persone, dentro un nuovo stile di “leadership dal basso”, i dispositivi pratici della Facilitazione esperta possono essere di grande aiuto. È difatti strategico dotare i gruppi di nuove capacità di coordinamento, coinvolgimento, aiuto e attivazione, per portare su piani più concreti i modelli stessi di change management, empowerment, risk e diversity, di benessere organizzativo.


Pubblica Amministrazione

Sappiamo che un’amministrazione pubblica risponde alle forme della cultura gerarchica e tendenzialmente ancora troppo spesso burocratica. Dall’altra, tuttavia, la stessa PA, non può non essere vista anche come luogo di relazioni professionali, di lavoro di gruppo, di convivenza organizzativa, proprio per ottimizzare le risorse in gioco, valorizzandone i numeri, i ruoli e le qualità. Sottolineiamo infatti la necessità di una cultura organizzativa integrata, che sappia unire al “piano gerarchico-burocratoco”, centrato su ruoli, ordini di servizio e forme di comando e controllo, un secondo “piano collettivo”, centrato su persone, relazioni e metodi di supporto. A questa cultura integrata può dare un significativo impulso la Facilitazione esperta, per una cura competente e simultanea di lavoro e persone. Il successo di un’amministrazione infatti, dipende in grande parte dagli uomini e dalle donne che ne fanno parte, dalla condivisione di obiettivi, dal loro coinvolgimento, dalla gestione di stress ed emozioni, dal rinnovo costante della motivazione.


Sanità

L’ambito sanitario risulta un settore in ampia evoluzione, sotto le spinte tecnologiche, cliniche e manageriali. Occorre tuttavia dare spazio a nuove sensibilità organizzative, che mirino a rappresentare la mutata platea delle autonomie professionali (medici, infermieri e tutte le altre) e la presa di coscienza del fatidico logoramento a cui le stesse categorie professionali sono costantemente esposte. Per lavorare meglio, gestire lo stress, ridurre i costi in reparto, fare un’assistenza qualitativa al paziente le aziende del settore devono però abbracciare modelli e competenze adeguate di tipo sistemico, a forte relazionalità che contemplino sistemi di inclusione degli operatori, con una continuità di confronto e interconnessione. Su questo terreno può dare un sensibile apporto la Facilitazione esperta, in quanto kit di metodi operativi, che traducono simultaneamente la teoria nella pratica, avvicinano in un’azienda l’alto e il basso, la gestione e il clima lavorativo.


Altri settori di intervento:

  • Sociale
  • Scuola
  • Partecipazione
  • Legalità
  • Polizia Locale
  • Cultura
  • Politica
  • Banche
  • Biblioteche
  • Sostenibilità
  • Associazioni
  • Pari Opportunità
  • Protezione Civile
  • Sport e fitness
  • Formazione formatori