La capacità di unire!

Unire gruppi, ruoli, categorie, dipartimenti, organizzazioni, attori e portatori di interesse, reti territoriali ed équipe multiprofessionali. Questo lo scopo principe che guida la mia ricerca.
Contribuire in maniera significativa alle tante forme di coinvolgimento e partecipazione nelle organizzazioni, pur sapendo delle tante forze che dividono persone e gruppi.

Supportare persone e organizzazioni allo sviluppo di team migliori

Gruppi, organizzazioni e comunità, hanno una naturale inclinazione alla discriminazione e alla divisione, quale meccanismo innato, che tende in automatico ad aumentare barriere e blocchi, malessere e conflitti. All’interno di questo scenario, la consulenza del facilitatore è un aiuto mirato, essenziale, perché terza e non implicata, volta a dirimere controversie e malintesi, proprio partendo dall’accoglienza degli impulsi più fuorvianti, quelli delle emozioni e delle mille irrazionalità, di cui è teatro ogni gruppo e organizzazione. Dall’accoglienza mi spingo poi alla possibile trasformazione.
Produttività e convivenza devono coesistere, servono però buone mappe e buoni strumenti efficaci! Per un approccio divulgativo e accessibile per tutti, dirigenti e collaboratori, senior e giovani, introversi ed estroversi. Con i miei metodi sono in grado di coinvolgere e far partecipare attivamente tutti!